Abitare nella terza età - Nuovi modelli abitativi per anziani

“Abitare nella terza età. Nuovi modelli abitativi per anziani. Dalle parole ai fatti” è il titolo di un convegno organizzato dall'Ipes e dalla cooperativa "Abitare nella terza età", che si terrava venerdì 6 aprile, dalle ore 9.30 alle 13.00, nel Palazzo 1 della Provincia, in piazza Silvius Magnago 1, a Bolzano. L'obiettivo dell'iniziativa, introdotta dal consigliere regionale Otto von Dellemann e dal vicepresidente dell'Ipes Primo Schönsberg, era quello di presentare esempi pratici abitativi per anziani e di suggerire modi in cui nuovi modelli possono essere implementati in Alto Adige. Una riflessione già avviata nel corso del “Convegno sull’abitare anziano”, tenutosi lo scorso ottobre a Palazzo Widmann. Il settore pubblico, infatti, ha il compito di dare risposte al cambiamento demografico. A tale proposito gli assessori provinciali alle Politiche sociali e all'Edilizia abitativa, Martha Stocker e Christian Tommasini, hanno illustrati nel merito i piani della politica e dell'amministrazione provinciale. Dal canto suo Brigitte Herkert, dell'Ufficio di coordinamento per l'alloggio nella terza età di Monaco, ha presentato esempi messi in campo in Baviera, mentre Cinzia Boniatti, esperta di cohousing, ha informato quanto attualmente in atto a Trento. In Alto Adige ci sono già progetti in fase di realizzazione e l'architetto Georg Klotzner ha presentato il modello Eucharistiner che interessa Merano. Per quanto riguarda Bolzano, ad Aslago, nell’ex convitto Josefsheim, saranno realizzati alloggi con servizi per gli anziani. Su questo progetto hanno parlato il presidente dell'Ipes Heiner Schweigkofler e Leonhard Resch, coordinatore della cooperativa “Abitare nella terza età”. Nell'implementazione di modelli abitativi, i Comuni svolgono un ruolo importante. Sandro Repetto, assessore del Comune di Bolzano, ha riferito i compiti che i Comuni hanno davanti a sé e sui passaggi programmati.